Quid al Fuori Salone 2013

  • 0
  • Aprile 21, 2013

Marta è la grafica del Team QUID, ha studiato design degli interni a Milano ed è stata ambasciatrice QUID durante i giorni del Fuori Salone. Il 12 aprile ha partecipato ad un workshop, organizzato dalla ditta di arredamenti LAGO (PD), dedicato al tessuto…..scopriamo la sua giornata tra stoffe e creatività!

D: Marta, ciao, raccontaci la tua giornata a Milano!

Venerdì mi sono svegliata all’alba, dopo un breve sguardo su internet per capire dove sarei dovuta andare, alle sette sono partita da casa e alle nove ero già arrivata a Milano. Impostato il “passo milanese” ho preso la metro e sono scesa a Lanza, ho imboccato via Pontaccio, e finalmente alle nove e mezza sono arrivata di fronte all’appartamento LAGO.

 

D:  Com’è stato l’incontro coi makers del tessuto?

Bene! Entrata nella PlayRoom, dove si sarebbe poi svolto il workshop, mi sono sentita a casa: tantissimi oggetti d’arredo appollaiati qua e là, tra cui ho subito scoperto alcune collane realizzate da un mio amico, torta di brownies e fragole fresche ….un ottimo inizio! Ho subito ritrovato Alessio Cuccu, il ragazzo con cui ero rimasta in contatto per delucidazioni riguardo i materiali da portare. Ci siamo salutati e mi ha indicato Daniele Lago.

 

D: Come si è svolto il workshop?

Inizialmente Daniele si è presentato facendoci una breve introduzione a proposito della mission di Lago e spiegandoci il tema del giorno: “Tessuti e Filati”. L’obiettivo era realizzare un oggetto d’arredo modulare, con diverse destinazioni d’uso e magari riproducibile in scala maggiore, da poter introdurre nella prossima produzione Lago.

La prima parte della mattinata è stata utilizzata per presentare reciprocamente i nostri progetti, tutti inerenti all’ hand-made, manifattura, design, utilizzo di tecnologie all’avanguardia.

I miei compagni di workshop erano:

–          Cristina Garioni, audace creatrice di abiti per il tango;

–          Gaia Segattini di “Vendetta Uncinetta”;

–          Ilaria Caliri, produttrice di amigurumi, accessori e crochet bijoux;

–          Évy Dutheil, product designer francese;

–          Tony Nachtigall, docente presso lo IUAV di Venezia e l’ISIA di Firenze, esperto di werable technology;

–          Reana, produttrice di anelli all’uncinetto.

 

D: cosa sei riuscita a creare partendo dai materiali QUID?

Ho scelto di realizzare un elemento utilizzabile su varie superfici: cuscino per la panca, copri comodino, copri vaso, ultimo elemento di una libreria a sospensione. Con stoffa QUID, ago, filo e forbici ho creato il mio piccolo prototipo azzurro, riutilizzando un brandello di stoffa che QUID aveva usato per cucire i pantaloni del Piccolo Principe per la Fondazione AIDA (VR).

 

 

D: Ti è piaciuta l’esperienza?

Direi proprio di si, ero euforica, col cervello a mille per le tante persone conosciute e le varie esperienze scambiate. Sono stata davvero soddisfatta della giornata soprattutto perché è nato qualcosa di concreto dalle mie idee. In una parola, quel giorno ero proprio FELICE di aver potuto rifare un salto nel mio mondo. La settimana del Salone del Mobile è sempre un evento straordinario!

 

MARTA&LUCIA

 

TEAM QUID ringrazia la ditta LAGO per l’organizzazione del workshop  e THE FAB per averci offerto questa opportunità di scambio e arricchimento.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

17 − quindici =

*